Standard di Razza

FCI Standard N° 166 / 30.08.1991
CANE DA PASTORE TEDESCO
ORIGINE: Germania
DATA DI PUBBLICAZIONE DELLO STANDARD ORIGINALE VIGENTE: 23.03.1991
UTILIZZAZIONE: Cane di utilità, cane da pastore e cane di servizio polivalente
CLASSIFICAZIONE F.C.I. Gruppo 1 Cani da pastore e bovari (escluso i Bovari Svizzeri )
Sezione 1 cani da pastore Con prova di lavoro

BREVE CENNO STORICO Lo standard è stabilito ufficialmente dall’Associazione per il Cane da Pastore Tedesco (SV) con sede ad Augsburg, membro della Società Cinofila Tedesca (VDH) in qualità di Società fondatrice della razza e responsabile per lo standard del Pastore Tedesco; redatto nel primo congresso a Francoforte il 20 settembre 1899 secondo le proposte di A.Meyer e di M. von Stephanitz , completato dalle aggiunte apportate dalla VI assemblea dei soci del 28 luglio 1901, dalla XXIII Assemblea tenutasi a Colonia il 17 settembre 1909, dalla Seduta del Consiglio direttivo tenutasi a Wiesbaden il 5 settembre 1930 e di quella del 25 marzo1961, è stato ristudiato dall’Unione mondiale delle Società per il Cane da Pastore Tedesco, e deciso durante la seduta del WUSV il 30 agosto 1976; è stato ancora rielaborato e catalogato con decisione del 23/24 marzo 1991 dal Consiglio e dal Comitato Consultivo.
Il Cane da Pastore Tedesco, che iniziò ad essere allevato in modo pianificato nel 1899, dopo la fondazione della Società, è stato selezionato partendo da razze di cani da pastore esistenti nella Germania centrale e meridionale, con l’obiettivo di creare un cane di utilità capace di alte prestazioni. Perciò è stato fissato lo Standard del Pastore Tedesco che contempla tanto le caratteristiche fisiche che quelle del temperamento e del carattere.

CARATTERI SOMATICI GENERALI: Il Cane da Pastore tedesco è di media taglia, leggermente allungato, forte e molto muscoloso, con ossatura asciutta e struttura solida.
PROPORZIONI IMPORTANTI: l’altezza al garrese per i maschi: da 60 a 65 cm, per le femmine da 55 a 60 cm. la lunghezza del corpo supera l’altezza al garrese circa del 10 – 17%
CARATTERE: il Pastore Tedesco deve essere equilibrato, saldo di nervi, sicuro di sé, del tutto disinvolto e (se non provocato) assolutamente buono, oltre che attento e docile. Egli deve possedere coraggio, combattività e tempra per essere idoneo come cane da accompagnamento, da guardia, protezione, servizio e da pastore.
TESTA la testa è a forma di cono, proporzionata alla mole del corpo (lunga circa il 40% dell’altezza al garrese), senza essere tozza né troppo stretta; nell’insieme asciutta, mediamente larga fra gli orecchi. La fronte, vista dal davanti e di lato, solo un poco bombata e senza, o solo accennata, sutura metopica. Il rapporto del cranio col muso è del 50%. La larghezza del cranio è pressappoco uguale alla sua lunghezza. Visto dall’alto il cranio va uniformemente diminuendo dagli orecchi al tartufo e con stop obliquo, non troppo pronunciato continua in un muso a forma di cono. Le mascelle, superiore e inferiore, sono robuste. La canna nasale diritta; non è desiderata alcuna concavità o convessità. Le labbra sono tese, ben chiuse e di colore scuro
TARTUFO deve essere nero
DENTI dentatura forte, sana e completa (42 denti, secondo la formula dentaria). Il pastore Tedesco ha la chiusura a forbice: chiusura a tenaglia, enognatismo e prognatismo sono difetti. Difetto è anche la disposizione in linea retta della chiusura a forbice. L’ossatura della mascella deve essere fortemente sviluppata, in modo che i denti possano esservi profondamente inseriti
OCCHI sono di media misura, a forma di mandorla, posizionati un po’ obliqui, e non sporgenti. Il colore degli occhi deve essere il più scuro possibile. Gli occhi chiari e pungenti non sono desiderabili, in quanto pregiudicano l’espressione del cane.
ORECCHI il Pastore Tedesco ha orecchi eretti, di media misura; devono essere portati eretti e ugualmente diritti (non tirati verso l’interno). Terminano a punta e col padiglione auricolare rivolto in avanti. Non sono ammessi orecchi tagliati o piegati. In movimento e in stazione gli orecchi portati verso il dietro non sono un difetto.
COLLO deve essere forte, ben muscoloso e senza pelle lassa (giogaia). E’ portato con un angolo di circa 45°
CORPO la linea superiore procede, senza visibile interruzione, dal collo, lungo il garrese ben muscoloso, il dorso diritto e uniformemente un po’inclinato, fino alla groppa poco avvallata. Il rene è largo e forte, ben muscoloso. La groppa deve essere lunga, leggermente inclinata (circa 23°) e deve passar dal dorso alla radice della coda senza interruzioni
TORACE deve essere mediamente largo, il più possibile lungo e sviluppato. La profondità deve raggiungere pressappoco il 45 – 48% dell’altezza al garrese. Le costole devono essere mediamente arcuate; il torace a botte o piatto è un difetto.
CODA arriva almeno fino al garretto, però non oltre la metà del metatarso. Ha nella parte inferiore il pelo un po’ più lungo, ed è portata, pendente, con una leggera curva, mentre in eccitazione o in movimento viene portata molto più rialzata, senza però superare la linea dorsale. Sono proibite correzioni chirurgiche.
ARTI ANTERIORI. gli arti anteriori, visti da ogni lato, sono diritti; visti dal davanti, assolutamente paralleli. La scapola e il braccio hanno la stessa lunghezza, e sono ben aderenti al corpo con una solida muscolatura. L’angolo scapolo-omerale ideale è di 90°; può arrivare fino 110°. I gomiti non devono essere girati in fuori o in dentro né in stazione né in movimento. Gli avambracci, visti da ogni lato, sono diritti e fra loro assolutamente paralleli, asciutti e fortemente muscolosi. Il metacarpo ha una lunghezza di circa ⅓ dell’avambraccio e ha un angolo da circa 20° fino a 22° con quest’ultimo. Tanto un metacarpo troppo inclinato (+ di 22°) quanto un metacarpo troppo diritto (- di 20°) nuocciono all’idoneità al lavoro, soprattutto alla capacità di resistenza.
PIEDI ANTERIORI sono tondeggianti, ben chiusi e arcuati, con pianta del piede dura ma non screpolata (fragile). Le unghie sono forti e di colore scuro ARTI POSTERIORI La posizione delle gambe è leggermente arretrata; gli arti posteriori, visti da dietro, sono fra loro paralleli. Coscia e gamba sono pressappoco della stessa lunghezza, e formano un angolo di ca 120°; le natiche sono forti e ben muscolose. Il garretto è robusto e fermo, il metatarso scende perpendicolarmente sotto il garretto
PIEDI POSTERIORI sono chiusi, leggermente arcuati, con cuscinetti duri e di colore scuro; le unghie sono robuste, arcuate e ugualmente scure
ANDATURA il Pastore Tedesco è un trottatore. Le sue membra devono essere armonizzate in lunghezza e angolazioni in modo che, senza importanti spostamenti della linea dorsale, possa spostare il posteriore fino al tronco e ugualmente allungare l’anteriore. Ogni tendenza all’eccessiva angolazione del posteriore diminuisce la solidità e la costanza e con questo la capacità al lavoro. Da corretti rapporti del corpo e angolazioni risulta un movimento ampio che procede radente al terreno; movimento che dà l’impressione di un procedere sciolto (senza sforzo). Dalla testa spinta in avanti, e la coda leggermente sollevata, e un trotto uniforme e tranquillo, risulta una linea superiore leggermente oscillante e non interrotta, che dalla punta degli orecchi, attraverso la nuca e il dorso procede fino all’estremità della coda.
PELLE la pelle è allentata, senza però formare pieghe
MANTELLO
TIPI DI PELO: il mantello corretto per il Pastore Tedesco è il doppio pelo con sottopelo. 3 Il pelo di copertura deve essere il più fitto possibile, diritto, duro e ben aderente. Sulla testa, compreso l’interno degli orecchi, sulla parte anteriore degli arti, sui piedi e sulle dita, il pelo è più corto; sul collo è un po’ più lungo e robusto. Il pelo si allunga sulla parte posteriore degli arti, fino al metacarpo e al garretto; sul retro delle natiche forma come dei calzoni.
COLORE nero con focature rosso-bruno, brune, gialle fino al grigio chiaro. Nero e grigio unito, con sfumature grigie più scure. Sella nera e maschera. Una piccola macchia bianca, poco appariscente, sul petto, come pure le parti interne dei fianchi molto chiare, sono ammesse, ma non desiderate. Il tartufo deve essere nero con qualsiasi colore del mantello La mancanza di maschera, il colore degli occhi troppo chiaro (fino a farli sembrare pungenti), come pure le macchie troppo chiare (quasi bianche) al petto e alle parti interne dei fianchi, unghie chiare e punta della coda rossa, sono da considerare come segni di scarsa pigmentazione. Il sottopelo ha una tonalità grigio chiaro. Il colore bianco non è ammesso
TAGLIA E PESO Maschi: altezza al garrese: 60 – 65 cm Peso da 30 a 40 Kg Femmine: altezza al garrese 55 – 60 cm Peso da 22 a 32 Kg
TESTICOLI I maschi devono avere due testicoli apparentemente normali completamente discesi nello scroto

DIFETTI Qualsiasi deviazione da quanto sopra deve essere considerata come difetto,da valutarsi a seconda della sua gravità
DIFETTI GRAVI : deviazioni dalle caratteristiche di razza (di cui sopra) che compromettono l’idoneità al lavoro
• Difetti agli orecchi: orecchi inseriti lateralmente troppo in basso, semi-cadenti, mal posizionati, non stabili
• Considerevole carenza di pigmentazione
• Forte pregiudizio alla solidità in generale
• Difetti ai denti: qualsiasi scostamento dalla chiusura a forbice e dalla formula dentaria, quando non si tratta di un difetto eliminatorio (v.s.)
DIFETTI ELIMINATORI :
a) Debolezza di carattere, cane mordace e poco saldo di nervi
b) Cane con “displasia grave” dimostrata
c) Monorchidismo e criptorchidismo, come pure cane con testicoli visibilmente diversi (atrofizzati)
d) Cani con difetti deformanti agli orecchi e/o coda
e) Cane con malformazioni
f) Cane con difetti ai denti, con mancanza di
• 1 Premolare 3 e un altro dente o
• 1 Canino, o
• 1 Premolare 4, o
• 1 Molare 1, 1 Molare 2, o
• in tutto 3 denti e più
g) Cane con carenze alle mascelle:
• Enognatismo di 2 mm. e più
• Prognatismo
• Chiusura a tenaglia in tutta la regione degli incisivi
h) Cane sopra/sotto taglia di più di 1 cm
.i) Albinismo
j) Colore del mantello bianco (anche nei cani con occhi e unghie scuri)
k) Doppio pelo lungo (pelo di copertura lungo, debole, non fermamente aderente al sottopelo, frange agli orecchi e arti, culotte cespugliose, coda cespugliosa con pennacchio di sotto)
l) Pelo lungo (pelo di copertura lungo, debole, senza sottopelo, per lo più con la scriminatura in mezzo al dorso, frange agli orecchi, agli arti e alla coda)